Assunzione di cromo nei pazienti con Diabete mellito

Il Diabete mellito di tipo 2 (DM2) è la forma più diffusa di diabete in tutto il mondo. Questa forma di diabete è caratterizzata da difetti nella secrezione pancreatica di insulina causando iperglicemia imputabile a disturbi nell’assunzione dei carboidrati, al metabolismo dei grassi e dei lipidi. La presenza mondiale di diabete di tipo 2 è in aumento e più di 366 milioni di persone saranno affette da questa tipologia di malattia entro il 2030.

Nonostante i progressi della medicina moderna, il diabete di tipo 2 continua ad essere un problema per la salute dei cittadini. In uno studio sulla malattia è stato individuato che gli individui con diabete sono 1,6 volte più propensi ad utilizzare medicine alternative (integratori) rispetto all’assunzione delle classiche medicine.

Tra gli integratori più diffusi per combattere il diabete c’è il cromo.

Il cromo picolinato è un integratore alimentare che può essere usato in associazione ad altri farmaci nella terapia del diabete mellito sia di tipo 1 che 2. Gli studi mostrano che l’assunzione di cromo picolinato genera miglioramenti in uno o più parametri del controllo glicemico tra cui glicemia a digiuno, glicemia postprandiale, insulina a digiuno, insulina postprandiale, emoglobina glicata o sensibilità all’insulina.

Dal punto di vista metabolico, il cromo sembra in grado di potenziare le azioni dell’insulina rientrando nel cosiddetto fattore di tolleranza al glucosio, una sostanza a basso peso molecolare che – legandosi all’insulina ed al suo recettore – darebbe il via a quella cascata di eventi intracellulari che portano alla migrazione del pool di trasportatori?dal citoplasma alla membrana cellulare.

Tra le varie proprietà del cromo annoveriamo:

  • Controllo della glicemia nel diabete iniziale e senile
  • Limitare il colesterolo ed i trigliceridi nel sangue
  • Aumentare il vigore, la massa muscolare e la resistenza degli sportivi
  • Aiutare la perdita di peso o il suo mantenimento

Il Cromo (Cr) è un integratore comune utilizzato da molti pazienti con diabete di tipo 2 con lo scopo di migliorare la regolazione del glucosio e, nel 2002, le vendite di integratori di cromo sono stati stimati a 85 milioni dollari. Secondo l’Istituto Nazionale di Sanità un corretto apporto di cromo per uomini e donne è pari a 35 e 25 mg al giorno.

Il cloruro di cromo è la varietà naturale di cromo che si trova in fonti di cibo comuni quali: cereali integrali, broccoli, funghi e fagiolini. Forme di integrazione di cromo possono anche provenire dal lievito e dal lievito di birra. Il cromo è un micronutriente essenziale legato alla regolazione di molti processi del corpo umano, compreso dall’omeostasi del glucosio. Aiuta a regolare l’omeostasi del glucosio attivando i recettori dell’insulina aumentando così la trasduzione del segnale dell’insulina. Una carenza di cromo può provocare intolleranza al glucosio, un livello di insulina circolante elevata, e anche compromettere la crescita nei bambini.

Non ci sono attualmente prove sufficienti in letteratura avere una conclusione definitiva circa gli effetti del cromo picolinato sul controllo del glucosio.

Conclusioni

Ricordatevi di chiedere sempre al vostro medico curante cosa dovete assumere per combattere la malattia ed evitate il fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.