Come leggere le etichette alimentari

  1. Come capire la provenienza
  2. Cosa contiene l’etichetta
  3. Consigli
  4. Elenco allergeni

Negli ultimi anni abbiamo scoperto che non tutto quello che capita sulle nostre tavole è cibo genuino; spesso purtroppo molti alimenti e nutrienti vengono importanti dall’estero e anche dalla Cina, quando noi italiani invece abbiamo su tali prodotti una storia più che millenaria.

Stiamo parlando ad esempio di prodotti come il parmiggiano, il vino, la passata di pomodoro, il tonno e molti altri ancora.

Per etichette alimentari genericamente intendiamo tutte quelle informazioni (marchi, immagini, simboli, elenchi, date) che si possono trovare scritte sul rivestimento esterno (imballaggio) degli articoli commestibili o su altri documenti che accompagnano prodotti in vendita del settore alimentare.

Come capire la provenienza

Come possiamo cautelarci dai prodotti che vengono esposti sugli scaffali dei supermercati e che ingannandoci si spacciano per prodotti alimentari italiani? Uno dei modi migliori per capire se un prodotto è di origine italiana oppure straniera o peggio cinese, è quello di leggere bene l’etichetta che sta attorno ai prodotti.

Infatti, mentre la confezione, le scritte e tutto il resto potrebbero ingannarci facendoci credere che il prodotto è creato in Italia, quando invece chi lo ha prodotto ha volutamente cercato di spacciarlo per italiano, conoscendo l’importanza e l’apprezzamento dei nostri prodotti.

Cosa contiene l’etichetta

Solitamente, le etichette alimentari contengono non solo l’informazione di provenienza del prodotto, ma anche altre informazioni molto importanti. Vediamo quali sono.

Denominazione dell’alimento

Accanto alla denominazione deve essere indicato lo stato fisico nel quale si trova il prodotto o lo specifico trattamento che ha subito (ad esempio «in polvere», «ricongelato», «liofilizzato», «surgelato», «concentrato», «affumicato»).

Elenco degli ingredienti

Riguarda tutte le sostanza principali che sono contenute all’interno dei prodotti alimentari. Le sostanze impiegate nella produzione, dovranno essere esposte in ordine decrescente di peso.

Elengo degli allergeni

Sono le sostanze contenute nell’alimento e che possono provocare delle allergie. Pertanto questa informazione risulta di fondamentale importartanze e dovrebbe richiedere una adeguata attenzione da parte nostra.

Consigli

Quindi, ripeto, per essere sicuri di ciò che stiamo comperando al supermercato, l’unica cosa da fare è quella di leggere bene la provenienza del prodotto, ma non solo, anche come conservarlo, e le sue caratteristiche principali tra cui ad esempio gli allergeni in esso contenuti. Tutte queste informazioni che troviamo sui prodotti italiani, ci attestano per così dire l’autenticità del prodotto.

Quando non conoscete cosa state comperando, informatevi bene!

Elenco allergeni

Riportiamo in questo paragrafo l’elenco più diffuso di allergeni che si trovano all’interno degli alimenti in commercio.

  • Cereali contenenti glutine: grano, segale, orzo, avena, farro
  • Crostacei e prodotti a base di crostacei
  • Uova e prodotti a base di uova
  • Pesce e prodotti a base di pesce
  • Arachidi e prodotti a base di arachidi
  • Soia e prodotti a base di soia
  • Latte e prodotti a base di latte
  • Frutta a guscio: mandorle, nocciole, noci, noci di acagiù, noci di pecan, noci del Brasile, pistacchi, noci macadamia e i loro prodotti
  • Sedano e prodotti a base di sedano
  • Senape e prodotti a base di senape
  • Semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo
  • Anidride solforosa e solfiti
  • Lupini e prodotti a base di lupini
  • Molluschi e prodotti a base di molluschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.