La Dieta a zona per dimagrire

La dieta a zona è un tipo di dieta molto diffusa al mondo ed inventata dal Dott. Sears.

Le basi della Dieta a zona

Alla base di questa dieta c’è la tesi che un giusto equilibrio ormonale farà si che noi non ingrassiamo e riusciamo a bruciare ciò che ingeriamo con la nostra alimentazione.
Per ottenere questo equilibrio, la “zona” si basa sull’assunzione ad ogni pasto e spuntino di carboidrati, proteine e grassi nella seguente composizione: 40%, 30% e 30% delle calorie totali assunte per pasto.

Questo significa che ogni volta che mangiamo dovremmo assimilare il 40 % delle calorie in carboidrati, il 30% in proteine e il restante 30% in grassi.

Influenza sull’insulina

Seguendo una alimentazione di questo tipo, secondo il dott. Sears, si tiene sotto controllo l’insulina che è l’ormone che scinde i carboidrati e che in sostanza gli dice cosa fare.

Inoltre vengono stimolati gli eicosanoidi e il glutadione, altri ormoni che regolano gli zuccheri nel sangue e tutta una serie di altre funzioni.

La dieta a zona è un pò la dieta che viene utilizzata nelle palestre e che in sostanza non è una dieta nel senso ormai comune del termine: è più che altro uno stile di vita che ognuno di noi può assumere e che lo faciliterà a mantenersi in un buono stato.

Avere successo con la zona

Affinchè tale regime dietetico abbia più successo, viene comunque raccomandato di eseguire regolarmente un’attività fisica, di moderare le bevande alcoliche e in generale di condurre uno stile di vita sano.

La dieta a zona riscuote un discreto successo, anche se potrebbe essere abbinata ad una piccola riduzione di apporto calorico giornaliero tramite il cibo e ad una riduzione dell’apporto di proteine e grassi.

In tal modo si possono avere parte degli effetti della dieta a zona e al contempo sfruttare i principi base della dieta, cioè l’assunzione di una minor quantità di calorie.

Cosa non si considera

Infatti, quello che non considera (o considera solo in parte) tale regime dietetico è la quantità di cibo che viene ingerito e la qualità degli alimenti.

Per esempio, anche mangiando carboidrati complessi e riducendo le calorie ingerite si può tenere bassa l’insulina.

Molti carboidrati vengono proprio definiti “ad indice glicemico basso” poichè hanno la caratteristica di tener basso il livello di insulina nel sangue, che è il principale fattore che determina l’accumulo di grasso.

Quali sono i vantaggi di essere nella zona?

I vantaggi di essere nella Zona includono:

  • Perdere il grasso corporeo in eccesso al ritmo più veloce possibile
  • Mantenere il benessere per un periodo di tempo più lungo
  • Prestazioni sportive migliori
  • Pensare più velocemente

Restare nella zona

In commercio e sul web ci sono tantissime ricette disponibili, anche se garantire che i pasti siano conformi alla regola 40-30-30 potrebbe richiedere molto tempo. Mangiare fuori è fattibile, ma con accortezza.

Il libro di Sears “Una settimana nella zona” offre ricette per colazione, pranzo, cena e dessert, oltre a idee per uno spuntino. Le scelte spaziano dalle fajitas di pollo all’insalata di mare.

Dieta a zona menù

Di seguito si riportano gli ingredienti principali di un menù attento alla zona.

I carboidrati dovrebbero avere un basso indice glicemico per controllare i livelli di insulina. Optare per cibi integrali e carboidrati complessi rispetto a zuccheri raffinati e carboidrati altamente trasformati, come ad esempio:

  • Spinaci, funghi, cetrioli e peperoni
  • Una piccola quantità di frutta come mele, arance e frutti di bosco
  • Cereali integrali come farina d’avena e orzo


I grassi dovrebbero essere monoinsaturi invece che saturi. Scegli cibi ricchi di grassi omega-3, tra cui:


Le proteine ​​dovrebbero essere per lo più magre, con pochi tuorli d’uovo e carne rossa. Puoi includere:

  • Pollo o tacchino senza pelle
  • Tagli magri di manzo, maiale, agnello, vitello e selvaggina
  • Pesce e crostacei
  • Tofu o altri prodotti a base di soia
  • Latticini a basso contenuto di grassi, compresi latte, yogurt e formaggi
  • I bianchi d’uovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.