Disturbi del sonno: cause e rimedi

La vita frenetica che conduciamo sempre più spesso porta il nostro corpo a subire delle “violenze” che si ripercuotono su molti aspetti del nostro vivere. Uno di questi è il sonno. Capita molto spesso sentir dire che alcune persone non riescono a dormire bene la notte o addirittura non dormono affatto.

  1. Quali sono i disturbi del sonno?
  2. Quali sono i sintomi
  3. Le cause principali di insonnia
  4. Rimedi
  5. Conclusioni

Quali sono i disturbi del sonno?

Un buon sonno è necessario per una salute ottimale e può influenzare i livelli ormonali, l’umore e il peso. I problemi del sonno, tra cui russare, apnee notturne, insonnia, privazione del sonno e sindrome delle gambe senza riposo, sono comuni.

La maggior parte delle persone occasionalmente ha problemi di sonno a causa di stress, orari frenetici e altre influenze esterne. Tuttavia, quando questi problemi iniziano a verificarsi regolarmente e interferiscono con la vita quotidiana, possono indicare un disturbo del sonno.

A seconda del tipo di disturbo del sonno, le persone possono avere difficoltà ad addormentarsi e possono sentirsi estremamente stanche durante il giorno. La mancanza di sonno può avere un impatto negativo su energia, umore, concentrazione e salute generale.

In alcuni casi, i disturbi del sonno possono essere un sintomo di un’altra condizione medica o di salute mentale. Questi problemi del sonno possono eventualmente scomparire una volta ottenuto il trattamento per la causa sottostante.

Quali sono i sintomi

I sintomi variano a seconda della gravità e del tipo di disturbo del sonno. Possono anche variare quando i disturbi del sonno sono il risultato di un’altra condizione.

Tuttavia, i sintomi generali dei disturbi del sonno includono:

  • difficoltà ad addormentarsi o restare addormentati
  • stanchezza diurna
  • forte voglia di fare un pisolino durante il giorno
  • schemi di respirazione insoliti
  • impulsi insoliti o spiacevoli a muoversi mentre ci si addormenta
  • movimento insolito o altre esperienze durante il sonno
  • modifiche involontarie al tuo programma di sonno/veglia
  • irritabilità o ansia
  • prestazioni compromesse sul lavoro o a scuola
  • mancanza di concentrazione
  • depressione
  • aumento di peso

Le cause principali di insonnia

I problemi del sonno possono essere causati da vari fattori. Sebbene le cause possano essere diverse, il risultato finale di tutti i disturbi del sonno è che il ciclo naturale del sonno e della veglia diurna del corpo viene interrotto o esagerato. La ricerca ha individuato otto principali fattori che includono:

  1. Problemi fisici (come le ulcere).
  2. Problemi respiratori (come l’asma).
  3. Problemi di tipo Psichiatrico (come depressione e disturbi d’ansia).
  4. Assunzione di elevate quantità di alcol.
  5. Lavorare con turni di notte (questo orario di lavoro incasina gli “orologi biologici”.)
  6. La genetica (la narcolessia è genetica).
  7. Utilizzo di Farmaci (alcuni interferiscono con il sonno).
  8. Invecchiamento (circa la metà di tutti gli adulti di età superiore ai 65 anni ha una sorta di disturbo del sonno. Non è chiaro se sia una parte normale dell’invecchiamento o il risultato di farmaci comunemente usati dagli anziani).

In aggiunta, l’utilizzo di sostanza eccitanti come caffè o tè in dosi elevate, o negli orari pre-riposo possono essere uno dei fattori che scatena l’insonnia.

Rimedi

Tieni un diario del sonno. Un diario del sonno può individuare le abitudini diurne e notturne che possono contribuire ai tuoi problemi notturni. Tenere un registro dei tuoi schemi e problemi del sonno si rivelerà utile anche se alla fine avrai bisogno di vedere un dottore specializzato in questi problemi.

Il tuo diario del sonno dovrebbe includere:

  • A che ora sei andato a letto e ti sei svegliato.
  • Ore di sonno totali e qualità percepita del sonno.
  • Una registrazione del tempo trascorso sveglio e di ciò che hai fatto (“alzati, bevi un bicchiere di latte e meditai”, ad esempio).
  • Tipi e quantità di cibo, liquidi, caffeina o alcol che hai consumato prima di andare a letto e tempi di consumo.
  • I tuoi sentimenti e stati d’animo prima di andare a letto (felice, triste, stressato, ansioso).
  • Eventuali farmaci o farmaci assunti, compresa la dose e il tempo di consumo.

In alternativa potresti utilizzare uno smarth watch con le funzioni di monitoraggio del sonno per capire esattamente cosa avviene al tuo corpo mentre stai dormendo.

Tra i rimedi, in alcuni casi, c’è il cambiamento del proprio stile di vita o l’individuazione del fattore scatenante (problemi di alcol, fumo, problemi medici o fisici).

Conclusioni

E’ sempre bene contattare uno specialista per fornire tutte le informazioni in nostro possesso e capire assieme il percorso curativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.