Gastrite: cosa mangiare

  1. Introduzione
  2. Gastrite cronica
  3. I sintomi
  4. La dieta adatta

Parliamo oggi di Gastrite, un problema molto diffuso al giorno d’oggi tra la popolazione. Ci sono molte ragioni per cui si soffre di gastrite, ma tale problema si verifica soprattutto in coloro che hanno subito interventi chirurgici per la perdita di peso poiché questo intervento fa sì che il canale digerente sia contratto.

Le gastriti dovrebbero essere trattate adeguatamente, includendo dei farmaci adeguati ed adatti alla cura di questo problema; antibiotici, inibitori delle proteine e antiacidi.

Gastrite cronica

Si parla di gastrite cronica quando questi problemi legati alla gastite si manifestano continuamente nel tempo. L’uso eccessivo di alcol e altri fattori possono contribuire fortemente nel far degenerare una semplice gastrite in cronica. L’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (noti anche come i FANS) come l’aspirina o l’ibuprofene per lunghi periodi di tempo può può contribuire in maniera decisiva nel causare la gastrite.

A volte le gastriti si manifestano solo dopo importanti interventi chirurgici, dopo l’uso prolungato di antidolorifici, a seguito di lesioni traumatiche o infezioni gravi. L’infezione batterica dovuta al batterio Helicobacter Pylori, E. coli o Salmonella può anche generare la
gastrite. Anche l’anemia perniciosa, il reflusso cronico di bile, e alcune malattie autoimmuni sono associate alla gastrite.
Sintomi, trattamento e dieta per la gastrite.

I sintomi

I sintomi più comuni e visibili della gastrite sono:

  • Dolore addominale.
  • Mal di stomaco.
  • Indigestione.
  • Gonfiore dell’addome.
  • Nausea.
  • Vomito.
  • Una sensazione di pienezza o sensazione di bruciore nella parte superiore dell’addome.
  • Eruttazione.
  • Singhiozzo.
  • Perdita di appetito.

Dieta adatta per la Gastrite

Ecco alcune linee guida dietetiche da seguire da parte di persone che soffrono di gastrite:

  • Il consumo di alcool dovrebbe essere ridotto al minimo.
  • Alte dose di medicinali antibiotici devono essere evitati.
  • Cercate di evitare cibi molto caldi.
  • Aumentare l’assunzione di latte, come si controllano l’acidità dello stomaco.
  • Evitare cibi piccanti come oltre alla gastrite, possono anche causare ulcere.
  • Cole e bibite non deve essere usato.
  • Non fumare.
  • Non mangiare cioccolatini.
  • Utilizzare latticini a basso contenuto di grassi.
  • Evitare di bere caffè.
  • Usare frutta e verdura fresca.
  • Cercate di evitare gli alimenti che producono gas nello stomaco, come broccoli, cavoli e cipolle.
  • Bere succhi di frutta in quanto sono molto bassa acidità.
  • Si alle tisane contenenti zero caffeina
  • Ricotta e burro possono essere utilizzati dai pazienti che soffrono di gastrite.

La gastrite è un’infiammazione della mucosa gastrica, sono diverse le cause che portano a tale manifestazione e ne esistono innumerevoli tipi, suddivise nella maniera classica: gastriti acute e croniche.

Le forme croniche non mostrano sintomi mentre le forme acute provocano dolore, nausea, vomito, febbre (anche febbre scarlatta soprattutto nella forma ipertrofica), dispepsia, emorragia, anoressia, tutti sintomi che una volta eliminata la causa scompaiono in pochissimo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.