Utilizzo di Acido Folico e riduzione degli Ictus

In uno studio che ha coninvolto più di 20.000 adulti in Cina, tutti con una alta pressione sanguigna, e senza una storia di ictus o attacchi cardiaci, l’uso combinato di un farmaco contro l’ipertensione e l’assunzione di acido folico ha ridotto significativamente il rischio di Ictus (scarso circolo di sangue al cervello).

L’ictus è la principale causa di morte in Cina e la seconda causa di morte nel mondo. La prevenzione primaria (la prevenzione che deve avvenire prima di un primo episodio di ictus) è particolarmente importante perché circa il 77 per cento dei casi letali sono “primi eventi”. L’incertezza rimane per quanto riguarda l’efficacia della terapia con acido folico per la prevenzione di ictus in caso primario.

L’Università di Pechino ha condotto degli studi su 20.702 adulti con ipertensione senza storia di ictus o attacco cardiaco assegnati in modo casuale a ricevere un trattamento giornaliero con una combinazione di un farmaco anti ipertensione e acido folico (0,8 mg; n = 10.348), o solo una compressa contenente farmaci anti ipertensione (10 mg; n = 10.354). Lo studio è stato condotto dal maggio 2008 all’agosto 2013, in 32 comunità nelle province della Cina.
Durante il periodo di trattamento di 4,5 anni, il primo ictus si è verificato in 282 partecipanti (2,7 per cento) nel gruppo acido folico – anti ipertensivo rispetto ai 355 partecipanti (3,4 per cento) nel gruppo che prendeva solo il farmaco per combattere la pressione alta (una delle principali cause di questo male), con una riduzione del rischio assoluto dello 0,7 per cento e  una riduzione del rischio del 21 per cento.
Le analisi hanno mostrato riduzioni significative tra i partecipanti che assumevano farmaco e integratore per quanto riguarda il rischio di ictus ischemico  2,2 per cento vs 2,8 per cento ) e di eventi cardiovascolari compositi (morte cardiovascolare, infarto e ictus).

Non c’era alcuna differenza significativa tra i gruppi nel rischio di ictus emorragico , infarto , o per tutte le cause di morte , o le frequenze di eventi avversi.
In conclusione, dagli studi emerge che l’assunzione di acido folico in concomitanza con i farmaci contro l’iperntensione arteriosa rende la cura più efficace.

L’acido folico è una vitamina idrosolubile “B9” necessaria per tutte le reazioni di sintesi, riparazione e cura del DNA; ha molte altre funzioni come quella di prevenire danni al sistema cardiocircolatorio dei neonati ed è importante per la sintesi dell’omocisteina (rimetilazione) e per altre importanti reazioni biochimiche. Sia i bambini sia gli adulti necessitano di acido folico per produrre normalmente i globuli rossi e prevenire forme di anemia.

Questo che abbiamo riportato ovviamente è uno studio: ricordatevi di non assumerei mai farmaci senza il parere del vostro medico curante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.