Top
Tutto Sulla Nutrizione / Salute  / Acido folico nella dieta degli ipertesi

Acido folico nella dieta degli ipertesi

Cos’è l’acido folico?

L’acido folico, con il vitamina b12, è importante per formazione di globuli rossi. La mancanza di queste due sostanze nutrienti vitali piombo a varietà di anemia macrocytic chiamata l’anemia. Ciò significa che i globuli rossi sembrano bloated e grandi ed hanno una capacità diminuita di portare l’ossigeno.

Il folato con altre vitamine di B è egualmente vitale per la funzione di nervo. Il folato è essenziale per la formazione di DNA (materiale genetico) all’interno di ogni somatocita. Ciò permette la replica normale delle celle.

Alcune news

In uno studio che ha coinvolto più di 20.000 adulti in Cina, tutti con con alta pressione sanguigna, e senza una storia di ictus o attacchi cardiaci, l’uso combinato di un farmaco contro l’ipertensione e l’assunzione di acido folico ha ridotto significativamente il rischio di ictus.

L’ictus è la principale causa di morte in Cina e la seconda causa di morte nel mondo. La prevenzione primaria (prevenzione prima di un primo episodio) è particolarmente importante perché circa il 77 per cento dei colpi sono primi eventi. L’incertezza rimane per quanto riguarda l’efficacia della terapia con acido folico per la prevenzione di ictus in caso primario.

L’Università di Pechino ha condotto degli studi su 20.702 adulti con ipertensione senza storia di ictus o attacco cardiaco assegnati in modo casuale a ricevere un trattamento giornaliero con una combinazione di un farmaco anti ipertensione e acido folico (0,8 mg; n = 10.348), o solo una compressa contenente farmaci anti ipertensione (10 mg; n = 10.354). Lo studio è stato condotto dal maggio 2008 all’agosto 2013, in 32 comunità nelle province della Cina.

Durante il periodo di trattamento di 4,5 anni, il primo ictus si è verificato in 282 partecipanti (2,7 per cento) nel gruppo acido folico – anti ipertensivo rispetto ai 355 partecipanti (3,4 per cento) nel gruppo che prendeva solo il farmaco per combattere la pressione alta con una riduzione del rischio assoluto dello 0,7 per cento e  una riduzione del rischio del 21 per cento.

Le analisi hanno mostrato riduzioni significative tra i partecipanti che assumevano farmaco e integratore per quanto riguarda il rischio di ictus ischemico  (2,2 per cento vs 2,8 per cento ) e di eventi cardiovascolari compositi (morte cardiovascolare, infarto e ictus).


Non c’era alcuna differenza significativa tra i gruppi nel rischio di ictus emorragico, infarto, o per tutte le cause di morte, o le frequenze di eventi avversi.

In conclusione, dagli studi emerge che l’assunzione di acido folico in concomitanza con i farmaci contro l’ipertensione arteriosa rende la cura più efficace.

Nessun Commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.