Top
Tutto Sulla Nutrizione / Salute  / Relazione Anemia e Dieta

Relazione Anemia e Dieta

Parliamo oggi della relazione tra anemia e la nostra dieta, ovvero il regime alimentare che ogni giorno seguiamo.

Ma di cosa stiamo parlando?

Cos’è l’anemia

L’anemia (dal greco “senza sangue”) è definita dalla caduta del tasso di emoglobina (Hb) nel sangue. Per l’uomo si definisce anemia una situazione di Hb <13 g/dl, per la donna Hb <12 g/dl.

In sostanza questa malattia è legata ai livelli di ferro presenti nel sangue, senza il quale si ha tutta una serie di piccoli problemi.

Praticamente, l’anemia può essere descritta come una condizione in cui la persona interessata non ha il numero di globuli rossi necessario per trasportare il giusto quantitativo di ossigeno ai tessuti del corpo; una cosa fondamentale per la nostra salute. Se il tuo corpo non ha abbastanza emoglobina, i tuoi tessuti e i muscoli non riceveranno abbastanza ossigeno per essere in grado di lavorare in modo efficace. Questo porta a una condizione chiamata anemia.

I fattori principali

Possono esserci due fattori legati a questo fenomeno:
-il corpo non riesce a produrre un numero sufficiente di globuli rossi sani
-i globuli rossi vengono distrutti più velocemente rispetto alla loro generazione, causando degli squilibri.

La malattia si manifesta con una leggera sensazione di stanchezza, pallore, tachicardia e cardiopalmo, a volte anche piccole forme di svenimento, mancanza di appetito, nausea, riduzione della capacità di concentrazione e di memoria ed obiettivamente da un caratteristico colorito pallido della pelle.

Le forme di anemia

Ci sono varie forme di anemia e le cause per ogni forma possono essere differenti. Inoltre ci sono delle cause permanenti che sfociano in una vera e propria malattia del sangue mentre altre cause determinano solo degli squilibri temporanei non generando gravi danni per la salute umana.

La mancanza di una corretta alimentazione è uno dei problemi più comuni che portano all’anemia e alle sue varie forme.

Una dieta ad alto contenuto di ferro, vitamine, minerali e altri nutrienti può essere un ottimo alleato nel prevenire questa malattia e per ridurne sicuramente la forza e i danni al nostro organismo.

I vari tipi di anemia:
•Da carenza di ferro
•Anemia da deficienza di vitamine
•Anemia da malattie croniche
•Anemia emolitica
•Anemia aplastica
•Anemia mediterranea o talassemia

La formazione dei globuli rossi

Quali sono i fattori che influenzano la formazione dei globuli rossi nel nostro sangue? In generale il mantenimento dei valori normali di globuli rossi e di emoglobina si basa su un equilibrio dinamico fra produzione e distruzione degli eritrociti, a sua volta influenzato da:

  • ambiente midollare adatto (il midollo osseo è il principale organo emopoietico)
  • normalità delle cellule staminali e dei progenitori dei globuli rossi
  • normalità dei processi di proliferazione cellulare e di sintesi dell’emoglobina
  • normalità dei processi di distruzione.

Anemia, Prevenzione e Dieta


Le persone che soffrono dei problemi legati alla scarsità di globuli rossi nel sangue possono tuttavia avere un grande sostegno seguendo una dieta per anemici, ovvero un regime alimentare ricco in ferro, vitamine e Sali minerali.
Riportiamo di seguito una serie di alimenti ottimi per prevenire l’anemia:

• La carne rossa. Ha un livello molto elevato di proteine e ferro e può essere consumata quasi ogni giorno in maniera regolare. Anche le uova hanno le medesime caratteristiche e possono essere inserite nel nostro regime nutrizionale due o tre volte alla settimana.


• Ci sono parecchi alimenti che sono ricchi di ferro come verdure a foglia verde, noci, fagioli e legumi. Inoltre, tantissime ricette a base di verdure o di carboidrati possono essere rese più nutrienti, con l’aggiunta di fagioli, noci o le lenticchie. Utilizzate quindi la vostra fantasia per migliorare le vostre ricette e per aiutarvi a combattere i sintomi delle anemie.

• Cucinare i cibi in pentole di ferro può contribuire ad aumentare il contenuto di ferro negli alimenti. Se il cibo viene cotto per un tempo più lungo, l’assorbimento del ferro aumenta. Questa tecnica è particolarmente utile con ricette che includono alimenti acidi come ad esempio la cottura delle salse di pomodoro.


• Bere bevande come tè e caffè e poi mangiare, interferisce con il corretto assorbimento del ferro. Pertanto, tè e caffè non devono essere consumati per almeno un’ora e mezza prima e dopo i pasti principali. Fate attenzione a questo fattore e vedrete che vi sentire meglio.

Trattamento dietetico delle anemie

Come aiutare una persona affetta da questo problema? Sicuramente una dieta specifica può essere di grande aiuto per combattere i problemi derivanti da scarsa produzione di globuli rossi, ma anche l’integrazione alimentare può darci una mano. Alimenti e snack ricchi di calorie, ma poveri di ferro, vitamine e minerali dovrebbero essere evitati. Invece, spuntini a base di noci, uva passa, fichi secchi e altra frutta secca possono essere una scelta vincente.
Una insalatona, fatta di ingredienti come spinaci, uova sode, uva passa, carote, prugne e avocado va consumato, preferibilmente su base giornaliera per darci quasi tutto quello di cui il nostro corpo ha bisogno. In aggiunta a ciò anche dei semplici integratori alimentari di ferro possono essere assunti, anche se prima di prenderne dovete chiedere il consiglio al vostro medico curante.

Altri effetti

L’anemia è di solito accompagnata da una diminuzione dei fattori che determinano immunità e resistenza al nostro organismo e questa condizione non deve essere trattata con leggerezza. Pertanto, è importante consultare un medico per capire qul’è la soluzione migliore per noi per combattere l’anemia.
La dieta per l’anemia da carenza di ferro

Ci sono molti tipi di anemia, ma la causa più comune di anemia è la carenza di ferro. A sua volta la carenza di ferro può essere causata dalla perdita cronica di sangue durante le mestruazioni o da perdita di sangue a causa di un eccessivo sanguinamento del budello a causa di gastrite, ulcere, emorroidi o infezioni.

La richiesta di ferro poi di solito aumenta durante la gravidanza, l’allattamento, durante la crescita e negli adolescenti.
Comuni sintomi di anemia cronica da carenza di ferro includono debolezza, stanchezza e mancanza di respiro o battito cardiaco accelerato.

Punti da ricordare per una dieta arricchita di ferro e la integrazione con il ferro:

  1. Le migliori fonti di ferro provengono dalle frattaglie come fegato e rene in quanto questi sono gli organi principali dove viene metabolizzato questo minerale ferro. Altre buone fonti includono pesce, il tuorlo d’uovo, il formaggio e alcuni cereali da colazione che sono arricchiti di ferro facilmente assorbibile.
  2. Per facilitare l’assorbimento del ferro, la vitamina C svolge un ruolo estremamente importante. Insieme agli alimenti indicati in precedenza, bere almeno un bicchiere di succo di arancia al giorno in modo da migliorare la percentuale di assorbimento del minerale in questione.
  3. L’acido folico che si trova nelle verdure a foglia verde è essenziale insieme al ferro per prevenire l’anemia. Cercate di includere almeno una porzione di verdura a foglia verde al giorno giorno.
  4. Integrare la nostra alimentazione con prodotti in commercio può aiutarvi. Il ferro in forma di compresse di solfato di ferro fornisce un grande aiuto. Il dosaggio deve essere aggiustato a seconda della gravità del deficit con il consenso di uno specialista.

Cosa evitare nella dieta per gli anemici?

  1. Senza consultare un dietista o un esperto non è consigliabile seguire una dieta o un regime alimentare con forte apporto in ferro.
  2. Alimenti arricchiti con il ferro sono molto più costosi dei normali. Prendeteli solo se necessario e al contrario cercate di consumare molte verdure e frutta.
  3. Farmaci come la cimetidina non dovrebbero essere assunti simultaneamente alla supplementazione di ferro in quanto possono inibirne l’assorbimento.

Conclusioni

1.Se credete di essere stati colpiti da anemia, chiedete delle analisi al vostro medico
2.Consumate ogni giorno un maggiore quantitativo di verdure a foglia larga, carne rossa e uova, ma senza esagerare
3.Se necessario utilizzate integratori di ferro

Nessun Commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.