Top
Tutto Sulla Nutrizione / Salute  / Le acque minerali fanno bene?

Le acque minerali fanno bene?

Le acque minerali sono sostanzialmente acque sotterranee di origine meteorica, che durante il tragitto sotterraneo, si depurano e si mineralizzano acquisendo quei peculiari caratteri chimici, fisici ed organolettici che ne determinano poi le proprietà “terapeutiche”.

Ogni acqua contiene in soluzione quantità più o meno grandi di sostanze inorganiche (talvolta anche organiche), solide o gassose.

Il termine “acqua minerale” non indica semplicemente un’acqua in cui sono disciolti dei minerali bensì l’aggettivo “minerale” possiede un significato più complesso, in quanto tende a considerare le azioni terapeutiche correlate alla mineralizzazione. In pratica queste acque contengono sostanze come il calcio, il sodio, il potassio, i bicarbonati, i solfati, il fluoro ed altre ancora in percentuali tali da svolgere un ruolo biologico importante.

Acqua minerale quindi non significa “con le bollicine” ma appunto una acqua ricca in minerali. Spesso però questi minerali sono impreziositi da metalli o per dirla diversamente, da metalli pesanti.

Presenza di metalli pesanti nelle acque

Poichè l’acqua ha origine nel sottosuolo, molto spesso entra a contatto con depositi naturali di metalli o nel peggiore dei casi, viene inquinata a seguito di azione umana. La concentrazione di metalli pesanti presenti nell’acqua potabile e sopratutto nelle acque minerali non rientra ancora nei “limiti” raccomandati stabiliti dalle autorità di regolamentazione nei diversi paesi del mondo.

L’acqua può spesso essere contaminata da metalli pesanti, come l’arsenico, il cadmio, il nichel, il mercurio, il cromo, lo zinco ed il piombo. Questa presenza sta diventando una delle principali preoccupazioni per la salute pubblica poichè non sapendolo, tantissime persone ogni giorno utilizzano acque piene di questi metalli.

I problemi di salute che derivano dall’assunzione di un quantitativo elevato di metalli pesanti possono includere disturbi cardiovascolari, danni neuronali, lesioni renali e rischio di cancro e diabete.

Leggere le etichette

Per nostra fortuna la regolamentazione nel settore delle acque è molto stirngente e su tutte le bottiglie che vengono vendute nella UE è obbligatorio inserire le principali informazioni sui minerali contenuti in esse, e altri parametri che richiamano alle quantità di metalli presenti (durezza). Purtroppo però non è ancora obbligatorio l’inserimento del dettaglio di tutti i metalli presenti contenuti nelle acque all’interno delle etichette.

Benchè tutte potabili, l’informazione di dettaglio sui metalli contenuti potrebbe aiutare il cliente a fare una scelta non solo in base al gusto, ma anche in base appunto alla percentuale di metalli presenti.

Acqua per consumo umano

Ai fini dell’osservanza dei requisiti minimi previsti dalla direttiva europea le acque destinate al consumo umano sono salubri e pulite solo quando soddisfano tutte le seguenti condizioni:

  • non contengono microrganismi e parassiti, né altre sostanze, in quantità o concentrazioni tali da rappresentare un potenziale pericolo per la salute umana;
  • soddisfano i requisiti miimi in termini di metalli e minerali in essa disciolti.

Limiti contenuti nella DIRETTIVA (UE) 2020/2184 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO
del 16 dicembre 2020: :Acrilammide 0,10 μg/l

  • Antimonio 10 μg/l
  • Arsenico 10 μg/l
  • Benzene 1,0 μg/l
  • Benzo(a)pirene 0,010 μg/l
  • Bisfenolo A 2,5 μg/l
  • Boro 1,5 mg/l
  • Bromato 10 μg/l
  • Cadmio 5,0 μg/l
  • Clorato 0,25 mg/l
  • Clorite 0,25 mg/l
  • Cromo 25 μg/l
  • Rame 2,0 mg/l
  • Cianuro 50 μg/l
  • 1,2-dicloroetano 3,0 μg/l
  • Epicloridrina 0,10 μg/l
  • Fluoruro 1,5 mg/l
  • Acidi aloacetici (HAAs) 60 μg/l
  • Piombo 5,0 μg/l
  • Mercurio 1,0 μg/l
  • Microcistina-LR 1,0 μg/l
  • Nichel 20 μg/l
  • Nitrati 50 mg/l
  • Nitriti 0,50 mg/l
  • Antiparassitari 0,10 μg/l
  • Selenio 20 μg/l
  • Uranio 30 μg/l
  • Vinilcloruro 0,50 μg/l

Nessun Commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.